Lungo i sentieri di un tempo passato

Tra Santa Brigida e Averara attraversando vecchie contrade e sentieri nel bosco

Iniziamo la nostra passeggiata dalla Via Pittori Baschenis a Santa Brigida, intitolata alla prolifica famiglia di frescanti che per quasi due secoli, dal XV al XVII, hanno tramandato la loro arte di padre in figlio e decorato alcuni dei più importanti edifici della bergamasca fino a giungere alle Valli Giudicarie del Trentino.
Al principio della via, proprio nei pressi della loro casa natale, li scopriamo raffigurati in un affresco di recente composizione, in cui pennelli e cartoni alla mano, sono intenti alla realizzazione del ciclo pittorico dell’Oratorio di San Giovanni a Cusio.

Scendiamo fino a giungere alla storica frazione di Cugno Alto dove siamo subito colpiti dalla figura del Drago del Filù che, stringendo un diamante nella sua lingua biforcuta, si staglia minaccioso sulla parete di una delle abitazioni affacciate sulla piazzetta.

Proseguiamo con la visita dell’Oratorio quattrocentesco di San Giovanni Battista Decollato. Lungo la navata il Martirio di San Giovanni Battista, opera del noto pittore Carlo Ceresa, desta la nostra attenzione, insieme all’affresco cinquecentesco sulla parete absidale.

E’ ora di rilassarci e godere della natura verdeggiante del luogo con una breve camminata lungo il sentiero del Boscù, che da Santa Brigida ci conduce ad Averara. Un tempo i due paesi, uniti sotto il nome di “Squadra di Mezzo”, insieme ad altre tre “Squadre” componevano l’antico Comune della Valle Averara.

Concludiamo il nostro percorso sotto la via porticata, antica strada di commerci, dove in epoca medievale i rappresentanti delle quattro Squadre avevano l’onere di prendere le decisioni circa la vita amministrativa, civile ma anche religiosa della comunità. Ma questa è un’altra storia….

I NOSTRI CONSIGLI

Per vivere al meglio ogni dettaglio di queste bellezze artistiche e ambientali l’ideale è svolgere la visita con gli animatori locali de Le Terre dei Baschenis!

 

INFO PERCORSO
Camminata culturale con tratti su sentiero e/o mulattiera
Percorso con punto di partenza e arrivo differenti
Lunghezza: 3,5 km
Durata della visita: 2,30 h
Partenza consigliata: 9.30 o 14.30
Periodo consigliato: da marzo a novembre
Note: Consigliate scarpe da trekking

 

CONTATTI: 348.1842781 – leterredeibaschenis@gmail.com

E’ possibile svolgere il percorso in autonomia, ad eccezione della visita alla Chiesetta di San Giovanni, aperta solo in occasione di celebrazioni o visite organizzate. 

Guarda anche: